Monday, 6 July 2015

Article: The Calventii of Pompeii. Deconstructing Problematic Evidence

Recently published:

Virginia Campbell, The Calventii of Pompeii. Deconstructing Problematic Evidence. Athenaeum 103/1 (2015), 177-195

Friday, 3 July 2015

Out now: Oebalus 9

Oebalus. Studi sulla Campania nell'Antichita, vol. 9, 2015 (ISBN: 9788866870876), € 75,00

INDICE

ELIODORO SAVINO, Caligola e il ponte di barche tra Baia e Puteoli: una reinterpretazione

PORFIRIO MONDA, Una nuova antefissa arcaica da Fratte

MARIO NOTOMISTA, Breve nota sulle trasformazioni architettoniche della Villa di Diomede a Pompei

HEIKKI SOLIN E PAOLA CARUSO, Dai nomi alle aree sepolcrali. Memorie beneventane da epigrafi note ed inedite

ALFREDO DE LUCA, Proposta di identificazione per il cosiddetto busto di Livia da Stabiae

MARIA AMODIO, Materiali per lo studio delle catacombe napoletane di S. Severo alla Sanità

CARLO DE SIMONE, Varia etrusca. 1) Ancora la ‘mozione’. 2) Sul pertinentivo. 3) Il gentilizio latino-etrusco Vederna

GIUSEPPE CAMODECA, Iscrizioni latine inedite di Nola e Abella

ANTONIA SERRITELLA, Caselle in Pittari: un sito lucano nell’entroterra del golfo di Policastro

HELGA DI GIUSEPPE, Pasti per una divinità presso il trivio della Porta Mugonia a Roma

UMBERTO SOLDOVIERI, Una nuova dedica all’imperatore Caro da Cosilinum (rilettura di I.It., III, 1, 221)

Recensioni, M. Amodio, Le sepolture a Neapolis dall’età imperiale al tardo- antico. Scelte insediative, tipologie sepolcrali e usi funerari tra III e VI secolo (ARMANDO CRISTILLI)

News: Pompei. Comitato UNESCO soddisfatto dei progressi

From ECampania:
Pompei. Comitato UNESCO soddisfatto dei progressi
Osanna:”Positivo il riconoscimento del lavoro svolto”

di Giuseppe Scarica

Rispetto alla continuità concessa al Grande Progetto Pompei intervengono il Soprintendente Massimo Osanna e il Generale Giovanni Nistri, direttore del progetto.

“Il positivo riconoscimento dell’Unesco per le attività condotte nel sito archeologico di Pompei è prova che il costante impegno che la Direzione Generale e la Soprintendenza hanno messo in campo per il sito attraverso il Grande Progetto, sta dando risultati che ci vengono riconosciuti e che sono in assoluto tangibili – dichiara il Soprintendente Massimo Osanna -. Basta farsi una passeggiata negli scavi per rendersi conto che ormai Pompei è un grande cantiere, che vede in corso d’opera attività di restauro e messa in sicurezza. Tra questi ultimi in particolare è previsto un grande intervento sui fronti di scavo per la mitigazione del rischio idrogeologico in aree in gran parte ancora non scavate, fondamentale a contrastare e arginare le situazioni di crollo e la sicurezza generale di Pompei. E ancora mi preme mettere in evidenza le numerose attività di valorizzazione: dalla grande Mostra “Pompei e l’Europa”, alla ricca stagione di eventi serali con spettacoli al Teatro grande e passeggiate notturne, alla realizzazione dei percorsi per disabili appena avviata, all’ampliamento dell’offerta turistica con l’apertura di nuove Domus, alla progettazione e a breve alla realizzazione della segnaletica di servizi e della nuova identità visiva. E inoltre il progetto di valorizzazione del Laboratorio di Ricerche Applicate della Soprintendenza, che conserva reperti unici organici ritrovati nel sito e che sarà adeguatamente riorganizzato e reso visitabile al pubblico.
Read the full article here.

 

News: Pompei. Domeniche gratuite a fasce orarie

From ECampania:
Pompei. Domeniche gratuite a fasce orarie
Regolamentato il flusso di visitatori per tutelare la sicurezza del sito
Read the full article here.

 

News: Scavi di Pompei, domani sentenza per l’Antiquarium

The following article is from Lo Strillone. It will be great if the Antiquarium could be put back into use!
Scavi di Pompei, domani sentenza per l’Antiquarium

Nei prossimi giorni, inoltre, un bando da 20 milioni di euro per la sicurezza del fronte di scavo
“Domani il Consiglio di Stato si pronuncerà sulla sentenza per l'Antiquarium di Pompei. La Soprintendenza dovrebbe così rientrare in possesso dell'edificio e di uno spazio espositivo fondamentale per l'area archeologica”. A dirlo, il soprintendente speciale Massimo Osanna, oggi a margine della presentazione della mostra ‘Nutrire l'Impero. Storie di alimentazione da Roma e Pompei’, in programma al Museo dell'Ara Pacis di Roma fino al 15 novembre.

Scavi di Pompei, domani sentenza per l’Antiquarium

Exhibition: Nutrire l'Impero.

From Gambero Rosso:
Nutrire l'Impero. Cosa mangiavano gli antichi Romani? La mostra dell'Ara Pacis di Roma tra plastici e cibo carbonizzato  
La mostra in scena fino al 15 novembre indaga la storia dell'alimentazione ai tempi dell'impero, muovendosi tra Roma e Pompei e tracciando le coordinate della prima globalizzazione dei consumi nella storia della civiltà.
Read the full article here.
Related Posts with Thumbnails